Sicurezza nei Luoghi di Lavoro

Portale di informazione sulla Sicurezza sul Lavoro della Global System ict

Il termine di entrata in vigore dell’obbligo dell’abilitazione all’uso delle macchine agricole – obbligo disposto dall’Accordo, sancito il 22 febbraio 2012 dalla conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie Autonome, “concernente l’individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, nonchè modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi e i requisiti minimi di validità della formazione” – è stato posticipato al 31 dicembre 2015 ai sensi dell’art. 45-bis, comma 2, del D.L. 69/2013 (convertito Legge 98/2013) come modificato dall’art. 8, comma 5-bis del D.L. 192/2014.

Formazione di 4 ore per i lavoratori abilitati all’uso prima del 12 marzo 2013 ed eventuale verifica finale

Entro il 12 marzo 2015 i lavoratori addetti all’utilizzo delle attrezzature di lavoro contemplate nell’Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012 dovranno integrare la formazione pregressa con un modulo di aggiornamento di 4 ore.
Qualora ciò non avvenisse, il lavoratore perderebbe l’abilitazione all’utilizzo dell’attrezzatura o delle attrezzature di lavoro in questione e dovrebbe ripetere il corso completo.
Per completezza di informazione, precisiamo che l’Accordo Stato-Regioni all’Allegato A riconosce la validità dei corsi di formazione erogati prima della sua entrata in vigore (vale a dire prima del 12 marzo 2013) rispondenti ad almeno una delle seguenti condizioni:

  1. corsi di formazione della durata complessiva non inferiore a quella prevista dagli allegati, composti di modulo teorico, modulo pratico e verifica finale dell’apprendimento;
  2. corsi, composti di modulo teorico, modulo pratico e verifica finale dell’apprendimento, di durata complessiva inferiore a quella prevista dagli allegati a condizione che gli stessi siano integrati tramite il modulo di aggiornamento di cui al punto 6, entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore dell’Accordo;
  3. corsi di qualsiasi durata non completati da verifica finale di apprendimento a condizione che entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore dell’Accordo siano integrati tramite il modulo di aggiornamento di cui al punto 6 e verifica finale dell’apprendimento.

Pertanto, gli operatori che conseguirono l’abilitazione tramite un corso di cui alle condizioni b) o c) prima dell’entrata in vigore dell’Accordo Stato-Regioni, ovvero prima del 12/03/13, hanno l’obbligo di frequentare il primo corso di aggiornamento della durata di 4 ore entro e non oltre il 12 marzo 2015 ed, entro tale data, effettuare la verifica finale (se necessaria).

Ricordiamo altresì le attrezzature di lavoro contemplate dall’Accordo Stato-Regioni 22/02/2012:

– Piattaforme di lavoro mobili elevabili;
– Gru a torre;
– Gru mobile;
– Gru per autocarro;
– Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo (carrelli semoventi a braccio telescopico, carrelli industriali semoventi, carrelli/elevatori/sollevatori semoventi telescopici rotativi);
– Trattori agricoli o forestali;
– Macchine movimento terra (escavatori idraulici, escavatori a fune, pale caricatrici frontali, terne, autoribaltabile a cingoli);
– Pompe per calcestruzzo.
Concludiamo ricordando che il punto 6 dell’Allegato A dell’Accordo Stato-Regioni, in merito alla “durata della validità dell’abilitazione e dell’aggiornamento”, stabilisce che “l’abilitazione deve essere rinnovata ogni 5 anni” e che “il corso […]ha durata minima di 4 ore” per ogni macchinario che l’operatore è solito manovrare.

Fac-simile

Facsimile CONSENSO INFORMATO

lo sottoscritto/a___________________________ in qualità di Datore di lavoro della Società ___________________dichiaro di essere stato/a sufficientemente informato/a circa i contenuti dell’Accordo Stato-Regioni del 22/2/2012, che prevede per i lavoratori che al momento dell’entrata un vigore dell’Accordo (12/03/2013) risultavano essere già incaricati della conduzione di una delle attrezzature in esso comprese, la possibilità di riconoscimento di una formazione pregressa e di poter effettuare entro il 12/03/2015 il pertinente corso di aggiornamento ad eventuale integrazione (articolo 9 lettere a), b) e c).

In particolare dichiaro che, per i lavoratori (allegati nominativi) da me incaricati all’uso di ____________________________, sono a richiedere di procedere:

☐ all’erogazione del Corso di aggiornamento di 4 ore

☐ all’erogazione del Corso di aggiornamento di 4 ore + verifica finale dell’apprendimento

☐ all’analisi dei fabbisogni formativi comprensiva del test di ingresso

☐ alla elaborazione del programma più idoneo per contenuti e ore necessarie di formazione teorica e pratica

☐ all’erogazione del Corso di aggiornamento calibrato ad hoc + verifica finale dell’apprendimento

………, li ………………                                                                                                           firma del datore di lavoro

Il volume, presentato in una nuova edizione Inail, vuole essere uno strumento d’informazione per il corretto utilizzo di scale e sgabelli destinati esclusivamente ad un uso privato all’interno delle abitazioni così da salvaguardare l’integrità fisica e la salute dell’utente. Per ogni tipologia di scala considerata, sono riportati: brevi cenni sulla normativa di riferimento per ciò che attiene ai requisiti minimi di sicurezza di una scala; le indicazioni rivolte ad una scelta del modello più adatto da utilizzare in funzione del tipo di lavoro da svolgere; i comportamenti idonei da adottare per prevenire il verificarsi di una caduta accidentale. “Fonte INAIL

 

Scale e Sgabelli INAIL

Pubblicata dal MLPS la circolare n. 34 del 23 dicembre 2014. Il documento riporta indicazioni sull’applicazione dell’allegato VIII, Requisiti minimi dei corsi di formazione teorico-pratico per lavoratori addetti alla conduzione di trattori agricoli o forestali.
Il testo fornisce indicazioni in merito ai vari aspetti della formazione in oggetto, come il ciclo di lavoro, il ciclo di lavoro a vuoto, attrezzatura semiportata, requisiti dell’area, il piazzale, percorso di prova, messa a riposo del trattore, quindi moduli pratici ed esercitazioni di pratiche operative.

Circolare MLPS 20141223_n.34

[calendar]