L’obbligo di redazione del Pos previsto dall’articolo 96 del D.Lgs. n. 81/2008 si applica anche all’impresa familiare di cui all’articolo 230-bis del Codice civile sia se si avvale di lavoratori subordinati (quindi di soggetti non componenti dell’impresa familiare) sia se opera esclusivamente mediante i propri componenti. Poiché destinatario dell’obbligo di redigere il Pos è il datore di lavoro, occorrerà individuare tra i componenti dell’impresa familiare, in base al principio di effettività, il soggetto (titolare o meno dell’impresa) che, in quanto titolare dei poteri decisionali e di spesa, risulti avere la responsabilità dell’organizzazione di lavoro.