Attrezzature di lavoro: accordo Stato Regione per la  formazione

Approvato l’Accordo Stato Regioni, in attuazione del D.Lgs. 81/08, in merito alla formazione dei lavoratori che impiegano attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione: i requisiti minimi della formazione, anche in e-learning.

La Conferenza Stato Regioni del 22 febbraio scorso ha approvato un nuovo accordo che individua le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, nonché le modalità per il riconoscimento di questa abilitazione. L’accordo definisce inoltre i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi e i requisiti minimi di validità della formazione da erogare a questi lavoratori.

L’Accordo fa parte dei numerosi provvedimenti attuativi del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 che ancora mancano per la sua completa attuazione (si veda il riepilogo delle attività in corso di elaborazione dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro e l’intervista di PuntoSicuro al Dott. Lorenzo Fantini del Ministero del Lavoro in merito ai decreti attuativi attesi).

L’accordo arriva a completamento del precedente del 21 dicembre 2011 sulla formazione di base dei lavoratori, che non disciplina la formazione “prevista dai titoli successivi al I del D.Lgs n. 81/08 o da altre norme, relative a mansioni o ad attrezzature particolari”. Questo accordo è quindi in attuazione dell’articolo 73, comma 5, del D. Lgs. 81/2008 “Informazione, formazione e addestramento” in merito all’uso delle attrezzature di lavoro. L’Accordo dovrà ora essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e secondo quanto indicato al punto 13 dell’Allegato A, entrerà in vigore dopo 12 mesi dalla data di pubblicazione, con possibilità di 24 mesi entro il quale i lavoratori , che alla data di entrata in vigore dell’accordo sono
incaricati dell’uso di queste attrezzature, dovranno effettuare i corsi. L’accordo riconosce infatti la formazione già effettuata solo se conforme ai nuovi requisiti (si veda il punto 9 formazione pregressa), prevedendo in caso di formazione difforme specifici corsi integrativi da svolgere entro 24 mesi.

Le attrezzature di lavoro individuate

In merito alle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori l’Accordo prevede questo elenco:

1. Piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE)

2. Gru a torre

3. Gru mobile

4. Gru per autocarro

5. Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo (a braccio telescopico, industriali semoventi, sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi), tra cui, quindi, anche i cosiddetti “muletti”

6. Trattori agricoli o forestali

7. Macchine movimento terra (escavatori idraulici, a fune, pale caricatrici frontali, terne, autoribaltabile a cingoli)

8. Pompe per calcestruzzo.

I soggetti Formatori:

Rispetto ai requisiti dei soggetti formatori fissati dall’ accordo sulla formazione dei lavoratori in attuazione dell’articolo 37 del D.Lgs. 81/2008, questo nuovo accordo ne prevede di più specifici. È infatti stabilito che i soggetti formatori del corso di aggiornamento sono:

  • a.    Il Ministero del lavoro, l’Inail, le Regioni e le Province;
  • b.    organismi paritetici e gli enti bilaterali, le associazioni sindacali, gli ordini e i  collegi professionali,
  • c.    enti di  formazione accreditati presso i sistemi regionali con una esperienza minima di tre anni nel settore specifico o di sei anni in materia di sicurezza e salute sul lavoro.

Il percorso formativo

Il percorso formativo prevede  vari moduli teorici e pratici con verifiche intermedie e finali i cui contenuti variano in riferimento alla tipologia di attrezzature.

Attrezzatura

Modulo teorico
ore

Modulo pratico
ore

Piattaforma
di Lavoro mobili elevabili PLE

4

4 (PLE
con stabilizzatori)

4 (PLE
senza stabilizzatori)

6 (PLE
con e senza stabilizzatori)

Gru
caricatrici idrauliche

4

8

Gru a
Torre

8

4 (gru a
rotazione in basso)

4 (gru a
rotazione in alto)

6 (gru a
rotazione in basse e in alto)

Carrelli
elevatori semoventi con conducente a bordo

8

4
(carrelli industriali semoventi)

4
(carrelli semoventi a braccio telescopico)

4
(carrelli elevatori telescopici rotativi)

8
(carrelli elevatori industriali semoventi, semoventi a braccio telescopico,
telescopici rotativi)

Conduzione
gru mobili (corso base)

7

7

Conduzione
gru mobili

(modulo
aggiuntivo per gru mobili su ruote con falcone telescopico o brandeggiabile)

4

4

Trattori
agricoli o forestali

3

5 per
trattori a ruote

5 per
trattori a cingoli

Escavatori,
pale caricatrici, terne, autoribaltabili a cingoli

4

6 per
escavatori idraulici

6 per
escavatori a fune

6 per
caricatori frontali

6 per
terne

6 per
autoribaltabili a cingoli

12 per
escavatori idraulici, caricatori frontali, terne

Pompe per
calcestruzzo

7

7

Durata e validità dell’abilitazione e aggiornamento della formazione

L’Accordo prevede che l’abilitazione sia rinnovata ogni 5 anni dalla data di rilascio dell’attestazione dell’abilitazione, a condizione che sia svolto un corso di aggiornamento della durata minima di 4 ore di cui almeno 3 ore relative agli argomenti previsti dai moduli pratici.

  Documento: Formazione Attrezzature