Sicurezza nei Luoghi di Lavoro

Portale di informazione sulla Sicurezza sul Lavoro della Global System ict

Visualizza gli articoli pubblicati da Editore

La disciplina giuridica relativa alla valutazione della idoneità tecnico professionale delle imprese appaltatrici o dei lavoratori autonomi risulta rinvenibile all’art.26, comma 1, lettera a), del d.lgs. n. 81/2008, anche noto come “testo unico” di salute e sicurezza sul lavoro e, per il solo settore dei cantieri temporanei e mobili di cui al Titolo IV del citato “testo unico”, all’art. 97, comma 2, il quale opera uno specifico rinvio all’allegato XVII. Ferma restando la disciplina per ultimo citata, va al riguardo rimarcato come la valutazione di cui all’art.26, comma 1, lettera a), è al momento effettuata attraverso la acquisizione del certificato di iscrizione alla camera di commercio, industria e artigianato della impresa o del lavoratore autonomo e mediante autocertificazione dei requisiti di idoneità tecnico professionale ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/2000 secondo quanto previsto dall’art.26, comma 1, lettera a), d.lgs. n. 81/2008. Ciò fino a quando non verrà emanato il D.P.R. previsto dal combinato disposto degli articoli 6, comma 8, lettera g) e 27 del “testo unico”, il cui scopo principale è, appunto, individuare settori e criteri per la qualificazione delle imprese, in modo che, tra l’altro, sia possibile “misurare” – per mezzo di strumenti legati al riscontro del rispetto delle regole in materia di salute e sicurezza da parte delle imprese e dei lavoratori autonomi – la idoneità tecnico professionale delle imprese o dei lavoratori autonomi.
Infine, si coglie l’occasione per rimarcare come l’obbligo per il datore di lavoro di valutare l’idoneità allo svolgimento della attività commissionata all’impresa appaltatrice, corrisponde comunque al principio generale in forza del quale ogni datore di lavoro è tenuto ad adottare ogni misura idonea a tutelare l’integrità fisica e la personalità morale dei propri lavoratori (art. 2087 c.c.), tra le quali – ovviamente – rientra la scelta di imprese e lavoratori in grado di svolgere “in sicurezza” attività nei luoghi di lavoro di pertinenza del committente. Pertanto, per quanto non sia possibile indicare in maniera puntuale e specifica le modalità di tale verifica da parte del soggetto obbligato, ciò che si richiede al datore di lavoro, che affidi lavori in appalto a imprese o lavoratori autonomi, è di operare una verifica non solo formale, ma seria e sostanziale, non realizzata solo in un’ottica economica, in ordine al possesso delle capacità professionali e della esperienza di coloro che sono chiamati ad operare nella azienda, nella unità produttiva o nel ciclo produttivo della medesima.

 

Sono Aperte le Iscrizioni

Corso di aggiornamento per “Coordinatore della sicurezza nel settore delle costruzioni d.lgs. 81/08”

La Global System ICT organizza in collaborazione con la DTL del Lavoro di Salerno e con il dipartimento SPISAL ASL di Salerno, il corso di aggiornamento di 8 ore, abilitante all’incarico di “Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione” per i Cantieri Temporanei e Mobili destinato a tutti i tecnici per il mese di marzo 2013.

Direttore del corso: Ing. Carlo Di Lucia

Docenti:

  • Ing. Giovanni Volpe Ispettore del Lavoro di Salerno;
  • Ing. Alfonso Tafuri Ispettore del Lavoro di Salerno;
  • ing. Giuseppe Rizzo SPISAL ASL di Salerno;

 DURATA : 40 ORE

Chiusura iscrizioni: 28 Febbraio 2013

In allegato la scheda informativa del Corso ed il modulo di iscrizione

Per qualsiasi informazione è possibile contattare la Segreteria organizzativa presso i nostri uffici (Tel. 0828 984856 – fax 0828 1825152 – mail: segreteria@gsict.com).

Per esigenze di programmazione, Vi preghiamo di inviare la richiesta di adesione.

   Domanda_iscrizione_corso

Scheda Tecnica con allegato una fotocopia di un valido documento di riconoscimento

Iscriviti o chiedi informazioni.

* indicates required field

 

 

Scheda informativa dedicata al tema dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici a bassa frequenza, quelli cioè generati dalle linee e dalle cabine elettriche, che svolgono la funzione di trasporto e di distribuzione dell’energia

Questa dodicesima scheda informativa affronta il complesso tema dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici a bassa frequenza (50 Hz, frequenza di rete), quelli cioè generati dalle linee e dalle cabine elettriche, che svolgono la funzione di trasporto e di distribuzione dell’energia.

La scheda propone al grande pubblico, in forma sintetica ma ben articolata e argomentata, una descrizione della tipologia delle sorgenti, delle caratteristiche tecniche degli elettrodotti, dei fenomeni fisici che si vengono a creare in loro prossimità. La spiegazione di questi non facili argomenti è ben supportata anche dalla ricchezza e varietà di immagini fotografiche, schemi e disegni esplicativi.

La lettura della parte dedicata alla descrizione e tipologia delle sorgenti consente di trarre utili informazioni sulle linee elettriche, suddivise nelle tre grandi classi dell’alta (380 kV, 220 kV e 132 kV), media (15 kV ) e bassa (380 V e 220 V) tensione, e sulla loro presenza sul territorio toscano. Nella stessa parte vengono anche esposte le caratteristiche principali delle cabine di trasformazione, distinguendo tra stazioni e cabine primarie, da una parte, e cabine secondarie di trasformazione, a torretta o a box, dall’altra.

Il paragrafo dedicato alla descrizione delle caratteristiche tecniche degli elettrodotti illustra in maniera molto chiara e schematica, supportato da un’immagine appositamente realizzata, i tratti principali dei quattro elementi che compongono le linee di alta tensione: il sostegno metallico, gli isolatori, i tre conduttori, la fune di guardia.

Ancora, sempre con il prezioso aiuto di foto e immagini, la scheda fornisce accurate spiegazioni su cosa accade in prossimità degli elettrodotti: sul campo elettrico (generato dalla tensione dei conduttori rispetto a terra), sul campo di induzione magnetica (generato dalle correnti che scorrono nei tre conduttori) e sul livello della stessa, determinato dall’intensità di corrente circolante e dalla distanza tra un punto prescelto e i conduttori della linea.

La pubblicazione dà ampio spazio anche alla normativa italiana che regolamenta l’esposizione ai campi elettromagnetici, la stessa che affida alle ARPA il compito del controllo per verificare il rispetto dei limiti. Un paragrafo della scheda è infatti dedicato alla descrizione dei compiti dell’Agenzia che, oltre a fornire supporto tecnico agli Enti Locali, effettua controlli che attraverso misure puntuali e monitoraggi in continuo certificano il rispetto negli ambienti di vita del valore di attenzione (per le situazioni esistenti) e dell’obiettivo di qualità (per le nuove realizzazioni).

Fonte: Arpat

            Adempimenti in termini della Sicurezza D. Lgs 81/2008

Per tutte le attività con dipendenti e/o soci prestatori d’opera all’interno dell’azienda il Testo Unico sulla Sicurezza – d.lgs 81/2008 – richiede l’osservanza dei seguenti obblighi:

  1. Iscrizione immediata e frequenza al più presto del corso di formazione sulla sicurezza del lavoro per titolari di aziende che si autonominano R.S.P.P. (responsabile servizio prevenzione e protezione) di 18 ore (inclusa la prevenzione incendi).
  2. Auto-nomina RSPP, da formalizzare con apposito modulo, da tenere in azienda insieme ad attestato di frequenza del corso di cui sopra. La data deve essere indicata in modo preciso e deve essere successiva a quello di ottenimento dell’attestato di partecipazione. Il datore di lavoro, può, in alcuni casi, in accordo con il RLS, nominare un RSSP interno o esterno, che dovrà partecipare ai corsi di formazione specifici del settore aziendale.
  3. Valutazione dei rischi e/o autocertificazione, intesa come valutazione rischi semplificata (possibile per aziende che occupano fino a 10 addetti), secondo D.Lgs. 81/2008 entro 90 gg. inizio attività ,
    • Comprensiva di:
  • Valutazione/autocertificazione rischio incendio più piano di emergenza interno (D.M. 10/03/98).
  • Documento valutazione rischio agenti cancerogeni/mutageni (se presenti) (D.Lgs. 81/08).
  • Documento valutazione rischio chimico o indagine conoscitiva (D.Lgs. 81/08).
  • Valutazione rischio gestanti se necessario ai sensi del D.Lgs. 152/01.
  • Valutazione rischio minori se necessario ai sensi del D.Lgs. 345/99.
  • Valutazione e/o autocertificazione del rumore secondo D.Lgs. 81/2008 entro 60 gg da inizio attività.
  • Valutazione e/o autocertificazione rischio vibrazioni secondo D.Lgs. 81/2008 entro 60 gg da inizio attività.
  • Valutazione e/o autocertificazione della movimentazione dei carichi manuali secondo D.Lgs. 81/2008 entro 60 gg da inizio attività.
  • Nomina addetti antincendio, emergenza, evacuazione (inizio attività) e iscrizione relativo corso di formazione di 4 o 8 ore a seconda che il rischio insorgenza incendi in azienda sia basso o medio (che si ha per attività soggette a rilascio Certificato Prevenzione Incendi).
  • Nomina addetti pronto soccorso (inizio attività) e iscrizione al relativo corso di formazione di 12 o 16 ore a seconda che l’azienda sia appartenente ai gruppi C o B oppure A.
  • Nomina Rappresentante dei lavoratori per la Sicurezza (da parte dei lavoratori o organismi paritetici). Obbligo di frequenza corso di 32 ore, nel caso in cui sia nominato un RLS interno oppure nomina del RLST (Rappresentante Territoriale dei Lavoratori alla Sicurezza, possibile per imprese fino a 10 lavoratori).
  • Nomina Medico Competente per attività soggette.
  • Formazione/informazione lavoratori all’assunzione, cambio di mansione o di ciclo produttivo, con tenuta dei verbali degli incontri e corsi formativi (art. 36/37 D.Lgs. 81/2008).
  • Formazione e addestramento specifico in seguito a quanto emerso dalla valutazione dei rischi e/o autocertificazione e comunque da fare nei seguenti casi:
    • uso dei carrelli elevatori,
    • uso dei DPI di terza categoria (quelli salvavita)
    • uso dei DPI di protezione dell’udito
  • Redazione contratti d’appalto Art. 26 D.Lgs. 81/2008 con parte informativa relativa alla sicurezza e obbligo di elaborare, per il committente che affida i lavori a diversi appaltatori nella propria azienda, il documento di valutazione dei rischi da interferenza (DUVRI).
  • Rispetto del DPR 459/96 – marcature CE per acquisti e/o vendita macchine.
  • Dichiarazione di conformità impianti elettrici e di riscaldamento compreso denuncia impianto di messa a terra, che va verificata, attraverso ASL/ARPA o organismo abilitato, ogni 2 o 5 anni (inizio attività).
  • Denuncia all’Ispesl degli apparecchi a pressione (se necessario).
  • Denuncia all’Ispesl dei mezzi di sollevamento non azionati a mano con portata in peso > 200 kg, da far verificare periodicamente da organismi abilitati e tenuta con annotazioni trimestrali avvenuta manutenzione sul libretto.
  • Registro della manutenzione impianti antincendio (solo se ditta soggetta a CPI).
  • Registro degli infortuni.
  • Piano Operativo di Sicurezza (per ditte che lavorano in appalto o subappalto in attività riconducibili al settore edile).
  • Piano di Montaggio Uso e Smontaggio dei ponteggi e relativi corsi di formazione, per chi li monta (ditte edili).

 

 La Global System ICT organizza il corso di aggiornamento professionale per Coordinatori della Sicurezza come previsto dall’ Allegato XIV D.LGS. n.81/08 e smi 

 Direttore del corso: Ing. Carlo Di Lucia

Docenti: Ing. Giovanni Volpe, Ing. Alfonso Tafuri Ispettore del Lavoro di Salerno, Ing. Giuseppe Rizzo SPISAL ASL di Salerno

Il corso è rivolto ai colleghi che hanno già frequentato il corso di 120 ore

Data di Inizio: 18 Maggio 2013

  • durata: complessive 40 ore
  • costo: in funzione dei moduli frequentati, comprensivo del coffee break e del materiale didattico;
  • Frequenza: Obbligatoria,
  • sede: Hotel Pace via Laura Mare Capaccio – Paestum (SA)

Programma

Rischi presenti nel cantiere, rischio elettrico,caduta dall’alto, rischi negli scavi, MMC, agenti fisici, agenti chimico-biologici, stress lavoro-correlato, rischi particolari.

L’organizzazione del cantiere, impianti e logistica, macchine ed attrezzature, la segnaletica di sicurezza; La tavola degli scavi, gru a torre, il piano delle demolizioni, il piano di montaggio di strutture prefabbricate.

Verifica finale

MODALITÀ DI ISCRIZIONE Le prenotazioni, si effettuano c/o la ns. Sede sita in Viale Italia – Albanella (SA) o a mezzo fax al 0828/1825152 o email segreteria@gsict.com compilando domanda d’iscrizione accompagato da documento di riconoscimento

 Domanda_iscrizione